An Anglo a Londra - parte 1

Harrow on-the-Hill

Prima di andare oltre, cosa è esattamente un anglo-indiano? Ognuno ha opinioni diverse.

Per me, siamo di origine indiana con alcune origini europee. Come il popolo Metis del Canada. La nostra lingua madre è solitamente inglese, ma parliamo anche urdu, hindi, bengalese, tamil o qualche altra lingua, a seconda di quale parte dell'India / Pakistan da cui proveniamo. Il Pakistan, tra l'altro, era parte dell'India, fino alla divisione nel 1947, quando gli inglesi lasciarono il gioiello nella corona e tornarono a Merry England. Molti anglosassoni hanno seguito le loro orme, solo per scoprire (alcuni di loro) che non sono stati accolti calorosamente. L'Inghilterra si stava riprendendo dalla seconda guerra mondiale, dalla recessione e dalla disoccupazione. Non tutti gli anglo hanno una pelle chiara, quelli più scuri hanno subito discriminazioni; i più leggeri si sono fusi. Questa informazione, ho letto in racconti di prima mano; (Biografie). Molti anglosassoni hanno anche scelto di immigrare in Australia, Canada e Stati Uniti. Molti sono rimasti in India e nel nuovo Pakistan, dove prestavano servizio nelle forze armate, nella polizia, nelle ferrovie, nelle scuole.

Per me, essere anglo-indiano è uno stile di vita; è un sentimento di appartenenza a un gruppo di persone davvero unico. Siamo conosciuti come un gruppo amante del divertimento e disinvolto. Questo senso di "sentimento" e appartenenza mi è accaduto solo una volta, quando ho partecipato a una cena di raccolta fondi e ballo a Mississauga, in Canada, alcuni anni fa. La maggior parte delle famiglie che hanno partecipato erano originarie dell'India. Io e un'altra coppia eravamo gli unici con una connessione 'Karachi'. C'era molta danza (Jiving), divertimento e allegria quella notte! Questo è come ci si sente ... ad essere anglo-indiani (per me).

Beh, basta, su Londra ...

Il mio primo viaggio in Inghilterra, e tutti i tipi di pensieri mi passavano per la testa. Questo paese era davvero parte di me? La mia nonna paterna aveva radici irlandesi; l'eredità di mio nonno è un po 'torbida. C'è un po 'di olandese, tedesco e inglese dalla sua parte; ma erano tutti nati in India e si chiamavano Anglo Indian. Stavo per scoprirlo. Non c'è tempo per la ricerca; cercare documenti di nascita, matrimonio e sepoltura. Questa era solo una vacanza fino a quel momento, per incontrare un vecchio compagno di scuola, John e sua moglie. Il mio amico Mike, che vive a Toronto, stava prendendo un volo separato per l'Inghilterra e ci saremmo incontrati lo stesso giorno, nello stesso hotel, a Harrow, nel Middlesex. Non lontano da dove viveva il nostro amico John. Avevamo tutti studiato nella stessa scuola, St. Paul's, Karachi.

E così è stato che sono salito sul volo Westjet, senza scalo a Gatwick, un volo che sarebbe durato circa nove ore. L'aereo era al completo, e dopo circa cinque ore di volo, diedi un'occhiata alla mappa di volo (circa 1:38). Stavamo sorvolando la Groenlandia. Ho guardato fuori dalla finestra e tutto quello che potevo vedere era la copertura nuvolosa sotto di noi. Eravamo a 36.000 piedi. Guardando di nuovo fuori, rimasi stupito nel vedere le nebbiose dita verdi di luce che ondeggiavano dolcemente nel cielo notturno; l'aurora boreale! Alcune rotture nella nuvola rivelarono l'oscuro oceano sottostante. Quando ci avvicinammo all'Inghilterra e alla luce del giorno, le chiazze di cielo limpido rivelarono a volte chiazze scure e chiare di oceano blu. La traiettoria di volo era un grande semicerchio che ci portava su una rotta molto settentrionale e poi di nuovo giù verso la nostra destinazione.

Faceva freddo a bordo dell'aereo e mi ero dimenticato di portare una giacca. Stavamo sorvolando il Leeds. Un'ora rimasta per atterrare. Quando arrivammo sotto la copertura nuvolosa, colsi per la prima volta l'Inghilterra. Verdi colline basse punteggiate da macchie irregolari di terreni agricoli / fitti boschi. Alcune toppe erano marroni, la maggior parte erano sfumature di verde.

L'aereo scese ancora e ci fu detto di prepararci per l'atterraggio. Toccando a Gatwick, non avevo idea di cosa aspettarmi. Prima di atterrare, dovevamo compilare tutti i moduli personalizzati. La fila alla dogana non era così grande come mi aspettavo. L'ufficiale di controllo di frontiera era un gentiluomo anziano molto educato, che faceva le solite domande. Ha timbrato il mio passaporto e io ero fuori. Dopo aver ritirato la mia borsa da check-in, mi diressi verso la stazione ferroviaria collegata all'aeroporto. Ho deciso di acquistare un'intera giornata pass che costa 17 sterline. Dopo essere salito sul Gatwick Express (non c'è spazio per sedersi) ho chiesto a una signora indicazioni su come arrivare ad Harrow. Non ne aveva idea. Questo treno è andato a Victoria Station e non si è fermato da nessuna parte. Dovevo scendere e trovare il treno / i sotterraneo giusto.

Non appena sono sceso a Victoria, l'incubo è iniziato: ho provato a cercare google maps, chiedendo indicazioni e alla fine sono stato istruito da uno staff di transito amichevole sul quale prendere il prossimo treno. Dovevo salire le scale, poi scendere le scale mobili, poi salire le scale mobili; questo è quando è successo. Salii su una scala mobile e circa quattro scalini, persi l'equilibrio, aggrappandomi a una grossa borsa a rotelle, uno zaino e una borsa a tracolla. Cadendo all'indietro, ho colpito la mia testa sul parapetto, mi ha sfondato l'anca sul bordo tagliente della scala e anche sbattuto il gomito contro qualcosa. Ho continuato a salire, sulla mia schiena e le mie borse continuavano a ruzzolare. Una gentile signorina ha fermato la scala mobile e sono riuscita a riprendermi.

"Stai bene?" Chiese, aiutandomi.

"Credo." Ho detto e ringraziato.

Invece mi arrampicai zoppicando per le scale; e mi sono fatto strada verso la prossima piattaforma. Nessun servizio di telefonia cellulare qui. Fortunatamente avevo scritto le istruzioni su come raggiungere il nostro hotel. Un altro treno e ho potuto raggiungere a piedi il Premier Inn, la nostra casa per i prossimi dieci giorni.

Stava piovendo a dirotto! Ho avuto un ombrello e sono uscito sulla piattaforma sotto la pioggia battente. Un gentile uomo anziano (di origine indiana) mi condusse in albergo e mi avvicinai, bagnandomi con il vento e la pioggia. La borsa a ruote non era impermeabile e la metà inferiore era bagnata. Quando arrivai in albergo, non c'era traccia di Mike. Così ho aspettato nell'area della reception. Alla fine l'impiegato accettò di farmi avere la chiave della stanza, finché Mike arrivò ... aveva prenotato la stanza che stavamo condividendo. Si è rivelata una piccola stanza angusta con due letti gemelli stretti. Niente cassettone, niente armadio, niente forno a microonde, niente ferro / asse da stiro e per accendere le luci, ho dovuto inserire la tessera di accesso alla camera in una fessura che era attaccata al muro all'ingresso. Una nota positiva, era moderna e molto pulita. L'edificio stesso era un tipico vecchio stile Tudor.

Verso le 16:00 Ho ricevuto una chiamata dal nostro amico John, ci avrebbe incontrati in un centro commerciale a Harrow verso le 17:00. dopo che il suo lavoro è finito. Mike finalmente si presentò verso le 16:00. , bagnato e agitato. Il suo volo fu ritardato e poi lo mancò, insieme a circa 20 altri passeggeri, mentre cambiavano cancelli senza fare un annuncio nell'area d'attesa.

Dopo esserci prosciugati, entrambi abbiamo noleggiato un viaggio in Uber a Harrow-on-the-Hill, una zona commerciale alla moda circondata da vecchie case a schiera e chiese. Abbiamo incontrato John e Lidi. Il nostro autista Uber era Tahir ed era originario di Sialkot. Abbiamo fatto una bella chiacchierata con lui e lui si è rifiutato categoricamente di dare un consiglio.

Dopo esserci incontrati, abbiamo deciso di cenare al "Taste of Lahore", un autentico ristorante pakistano. Abbiamo ordinato pollo stile Sindhi Biryani, pollo Korma, channa Dal e naans. Che pasto favoloso e servito da un giovane cameriere amichevole. Dopo questo, ci siamo fermati in un piccolo caffè / pasticceria. Ordinato il tè della colazione inglese e alcuni gustosi dolci.

Più tardi, facemmo una lunga camminata, lungo un lungo sentiero accidentato, che si inerpicava in salita, attraverso fitta foresta e strade strette. Siamo arrivati ​​in cima alla collina, passando alcune vecchie tombe; alcuni degli scritti sulle vecchie lapidi erano completamente distrutti. La maggior parte aveva 100-200 anni o più. Il sole stava tramontando e le lapidi circostanti proiettavano lunghe ombre scure sull'erba. Non c'era simmetria; giacevano su tutta la collina, alcuni di forma simile, rannicchiati in fila. In cima alla collina c'era una vecchia chiesa. Abbiamo camminato oltre, scattando diverse foto. La vista dalla collina era favolosa. Tutto intorno a noi c'era la città di Harrow. Vecchi edifici storici, nuovi grattacieli, tutto ciò dipingeva davvero un quadro molto carino. Tornammo giù per la collina; Mike e me ansimano, le nostre ginocchia protestano. Ci separammo, John e Lidi andarono al loro appartamento, io e Mike tornammo al Premier Inn. Abbiamo deciso di incontrarci presto il giorno successivo.

Vecchie lapidiVista dalla collina.