Al ritorno a casa dal viaggio

e come continuare ad essere la persona che sei diventata.

Sono passati un paio di mesi da quando sono tornato a casa dopo un anno di viaggio. Ritorno al "mondo reale" come sembra che la gente si diverta a chiamarlo (anche se direi che è vero il contrario). Sulla strada ho sentito molto su quanto può essere difficile il ritorno a casa dopo un lungo viaggio e quante persone lo temono. Ha senso. Hai passato il passato recente senza responsabilità, senza piani e pochi beni e ora ti aspetti che tornino a molte responsabilità, molti piani e molti beni.

E avevano ragione, alcune parti erano difficili. Ma la parte più difficile era rimanere fedele alla persona che ero diventato nell'ultimo anno.

Chiunque abbia viaggiato molto può attestare il fatto che mette in evidenza la migliore versione di te stesso. Spesso mi prendevo del tempo per considerare cosa c'era di diverso in me mentre ero in viaggio e un certo numero di cose si distingueva. Vivevo ogni giorno con una mente e un cuore aperti. Stavo vedendo tutti quelli che ho incontrato come qualcuno da cui avrei potuto imparare, divertirmi e potenzialmente formare un'amicizia duratura con. Stavo assorbendo tutti i luoghi e i suoni con intensa curiosità. Stavo vivendo il momento e lasciando che ogni secondo venisse da me invece di andarci.

È stato stupefacente. Ero costantemente motivato e mi sentivo più creativo di quanto non abbia mai fatto prima. Penso che questo abbia un ruolo importante nel perché i viaggi possano essere così avvincenti, che ti costringe ad adottare questa mentalità.

Ma poi torni a casa ed è incredibile quanto sia facile ricadere nelle tue vecchie routine e modi di pensare. Questo è un grande motivo per cui il ritorno è spesso così difficile. Non sono solo i viaggi e la libertà che sono spariti, ma anche quell'altro lato di te a cui sei diventato così affezionato.

Questa persona mi piaceva così tanto che sapevo che non avrei potuto separarmi da lui. Quindi ho fatto tutto il possibile per tenerlo in giro e mi sono reso conto che con uno sforzo consapevole è molto fattibile. La chiave è forzarti a stare a disagio. Devi sentirti a tuo agio nell'essere a disagio.

Solo perché sei a casa non significa che devi guardare Netflix per 3 ore ogni notte. Ciò non significa che non ti è permesso incontrare qualcuno di nuovo. Ciò non significa che devi sistemarti nella trappola di fare cose che detesti, di comprare cose che non ti servono, con soldi che non hai, per impressionare le persone che non ti piacciono.

Solo perché ora hai un indirizzo, conosci i nomi delle strade e parli la lingua che parlano tutti gli altri non significa che non puoi essere quello che eri durante il viaggio. Devi continuare a esplorare, provare cose nuove, incontrare nuove persone, imparare quella lingua, scattare foto, andare a eventi, ecc. Essere un viaggiatore nella tua città. Interessati tanto quanto a Barcellona, ​​Parigi e Rio.

E questo è importante per tutti, anche per coloro che non hanno avuto l'opportunità di viaggiare. C'è così tanto là fuori da imparare, vedere ed esperienza. Il modo in cui trascorri le tue giornate è in definitiva il modo in cui trascorri la tua vita.

Sogneremo sempre il giorno in cui potremo decollare di nuovo, nulla lo farà andare via. Ma farlo ti farà divertire molto più a casa, ti costringerà a continuare a crescere e ti assicurerà che tutto ciò che sei diventato e imparato sul mondo rimarrà con te.

HOSTFULLY

ti aiuta a creare belle guide che puoi inviare ai tuoi ospiti